I più bei riad nella città blu del Marocco

Vai!

Situato nel nord-ovest del Marocco, Chefchaouen , o Chaouen, è una città nelle montagne del Rif con una storia incredibile e alcune delle più suggestive architetture blu del mondo. Durante l'inquisizione spagnola del XV secolo, gli ebrei in fuga dal cristianesimo forzato fuggirono attraverso lo stretto canale di Gibilterra che separa l'Africa dall'Europa. Una parte di questi rifugiati si recò a Chefchaouen, in cima alle montagne e di difficile accesso. Una volta lì, gli ebrei sefarditi hanno dipinto edifici e case in fresche tonalità di blu, molto probabilmente perché è il colore del cielo e della divinità nel giudaismo. Tuttavia, una teoria meno idealista afferma che il colore blu agisce come un repellente per le mosche. Esterni e cristiani non furono prontamente ammessi nella segreta città blu fino al 1800. Oggi, in parte grazie al famigerato commercio di hashish e al sorteggio del Marocco per artisti e vagabondi, Chefchaouen è aperto a tutti. Offre una tregua calma e sognante dalla cacofonia stridula nelle altre grandi città del Marocco . Oltre a fotografare tutto il bel blues, le attrazioni turistiche includono una kasba dalle pareti rosse, laboratori di tessitura su viuzze acciottolate, una fortezza e una prigione del XV secolo. Di notte, dormire in uno di questi incantevoli riad blu (ex palazzi privati ​​trasformati in boutique hotel). Clicca per un'ispirazione molto cool, molto blu.

Visualizza Presentazione

Dacci un Mi Piace su Facebook! Sarai Felice di Averlo Fatto