India del Nord e India del Sud: qual è il migliore per te?

Taj Mahal; Paul Asman e Jill Lenoble / Flickr

L'India è un paese enorme e, a meno che tu non abbia mesi (o anche anni) da dedicare alla tua visita, potresti concentrarti su una sola area. Mentre l'India del Sud si riferisce generalmente agli stati dell'Andhra Pradesh, del Karnataka, del Kerala, del Tamil Nadu e del Telangana (cioè le parti dravidiche del paese), i confini dell'India settentrionale non sono così chiaramente definiti (stati come Goa e Maharashtra sono spesso raggruppati come India occidentale, mentre il Bengala occidentale e l'Orissa fanno parte dell'India orientale). Ai fini di questo articolo, ci siamo concentrati principalmente sulle aree che attirano più visitatori e sono i più accessibili per chi viaggia per la prima volta. Guarda come le due regioni si sovrappongono in una serie di categorie, tra cui cibo, tempo, trasporti, attrazioni, eventi e altro ancora.

Trasporto in India

Allenarsi in India; Belur Ashok, Flickr

Arrivare in India è un vero impegno, non importa dove si visita. Se provieni dagli Stati Uniti o dal Canada, probabilmente dovrai cambiare aereo almeno una volta. Le persone che volano dalla costa orientale tendono ad essere dirette attraverso l'Europa, mentre gli itinerari della costa occidentale all'India possono andare in entrambi i modi (anche se i voli più economici transitano spesso attraverso la Cina). Tuttavia, sempre più rotte non-stop tra il Nord America e Delhi e Mumbai stanno iniziando a crescere. Quando si tratta di andare in giro, tuttavia, ci sono alcune altre cose da considerare.

India del Nord: la maggior parte delle persone che si dirigono verso l'India del Nord ha colpito i punti caldi, specialmente se stanno visitando la regione per la prima volta. I percorsi più popolari includono il "Triangolo d'oro", che comprende Delhi, Jaipur e Agra. Le tre città sono collegate da treni e autostrade nazionali ben tenute (autostrade a pagamento). Il treno, che può essere più confortevole, dispone di servizi igienici e talvolta anche di un servizio di ristorazione a bordo. Tuttavia, molte delle attrazioni più interessanti dell'India del Nord si trovano ai piedi dell'Himalaya, in aree collinari che non possono ospitare binari ferroviari. Inoltre, le ripide strade tortuose in questa parte del paese possono essere un incubo per coloro che sono inclini al mal d'auto. Fortunatamente, ci sono aeroporti vicino ad alcune delle destinazioni più popolari, come McLeod Ganj, dove vive il Dalai Lama - sii pronto a pagare un premio per il lusso.

India del Sud: al contrario, la maggior parte del sud dell'India è ben collegata in treno. Città come Chennai hanno eccellenti treni pendolari che rendono il viaggio nella regione un gioco da ragazzi. Come il nord dell'India, ci sono alcune aree collinari che sono inaccessibili in treno, come Munnar, una stazione collinare nota per la produzione del tè (il collegamento ferroviario più vicino è a 110 chilometri da qui). I treni qui sono anche generalmente affidabili, sebbene ci siano alcuni percorsi notoriamente in ritardo (il treno del mattino da Hampi a Goa ne è un esempio).

Tempo in India

Ahmedabad, India; Emmanuel Dyan, Flickr

India del Nord: l' India è enorme e, come tale, i suoi modelli meteorologici sono diversi. Se si è pronti a vedere l'Himalaya, in particolare luoghi di alta quota come il Ladakh, in estate ci sarà una finestra molto piccola da visitare, anche se non è raro che nevichi anche a luglio. Le regioni pedemontane più basse, come l'Himachal Pradesh, sono adorabili da aprile a giugno, mentre Delhi e lo stato desertico del Rajasthan possono essere insopportabili durante lo stesso periodo, con temperature che oscillano ben oltre i 110 gradi Fahrenheit per giorni e giorni. D'altra parte, l'India del Nord può diventare piuttosto fredda in inverno, anche a Delhi e nel Rajasthan. Delhi può soffrire di terribili inquinamento nei mesi di novembre e dicembre, in particolare dopo il festival annuale di Diwali. La stagione dei monsoni nell'India settentrionale inizia a fine giugno e passa da agosto a settembre. Sebbene a volte ci siano alluvioni a Delhi e nel Rajasthan, le parti nord-orientali e orientali del paese (dove si trova Kolkata) sono generalmente colpite più duramente.

India del Sud: a differenza delle pianure e delle regioni montane dell'India settentrionale, l'India del Sud è tropicale, con temperature sempre più calde durante tutto l'anno. Le temperature oscillano tra gli anni '70 e '80 per la maggior parte dell'anno (sebbene l'umidità elevata spesso renda questa parte del paese molto più calda). Gli inverni tendono ad essere più secchi, con precipitazioni relativamente basse tra novembre e aprile. Le piogge sono al loro massimo durante il picco del monsone estivo indiano, da giugno ad agosto.

Esperienze e attrazioni in India

Backwaters del Kerala; Ryan, Flickr

India del Nord: se sei venuto in India per vedere il Taj Mahal, vai a nord. Questa attrazione famosa in tutto il mondo si trova a poche ore di auto a sud di Delhi, ad Agra, che ospita anche numerose altre tombe dell'era Mughal e il gigantesco Forte di Agra. Si trova anche a breve distanza in auto da Fatehpur Sikri, l'ex capitale splendidamente preservata dell'impero Mughal. Da qui, puoi facilmente raggiungere lo stato desertico del Rajasthan, pieno di magnifiche fortezze, bellissimi vecchi palazzi (alcuni dei quali sono stati trasformati in hotel), e persino tentacoli di animali, dove puoi fare un safari e magari avvistare una tigre nella natura selvaggia. La zona montuosa a nord di Delhi è ideale per il trekking e lo yoga (la città di Rishikesh, situata accanto al fiume Gange, è considerata la capitale yoga del mondo). Nel frattempo, la regione del Punjab vanta il Tempio d'oro, una delle più importanti gurudwaras (case di culto Sikh) nel mondo. Khajuraho, noto per i suoi templi erotici e la città santa di Varanasi, si trova anche nella parte settentrionale del paese.

India del Sud: l'India del Sud è piena di splendidi templi antichi e paesaggi meravigliosi, e lo stato del Kerala sulla punta sud-occidentale del paese è il posto dove andare se sei interessato ai trattamenti ayurvedici o alle fughe. Il Kerala è anche noto per le sue bellissime lagune paludose e le crociere notturne sulle case galleggianti tradizionali sono considerate un'esperienza indiana del sud per eccellenza. Le principali attrazioni della regione includono il sito Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO di Mahabalipuram sul Golfo del Bengala, una collezione di monumenti e templi della dinastia Pallava, alcuni dei quali risalgono al VII secolo. Hampi è un'altra tappa obbligata, con templi incredibilmente conservati risalenti all'impero di Vijayanagara. La città dell'India meridionale di Mysore, vicino a Bangalore, ospita il Mysore Palace, una delle attrazioni più famose dell'India e un bell'esempio di architettura indo-saracena, che mescola elementi indiani, moghul e gotici vittoriani.

Eventi speciali e festival in India

Indian Dance Festival, Mamallapuram; Arian Zwegers, Flickr

India del Nord: molti degli stessi festival sono celebrati nell'India settentrionale e meridionale, ma le tradizioni sono spesso molto diverse. Le celebrazioni popolari nell'India settentrionale includono Diwali, che segna la vittoria della luce sull'oscurità. È osservato con i rituali, l'illuminazione di lampade a olio e candele e molti fuochi d'artificio. La primavera è inaugurata da Holi, un successo con i visitatori, in cui le persone si riuniscono per festeggiare i colori in polvere l'uno sull'altro e nell'aria. Molto popolare è anche l'annuale Pushkar Mela, o Fiera del cammello di Pushkar, in cui migliaia di commercianti di cammelli e cavalli scendono sulla città di oasi nel deserto di Pushkar per commerciare bestiame. Gli appassionati di yoga potrebbero voler pianificare il loro viaggio intorno al Festival Internazionale di Yoga, che si tiene ogni anno a Rishikesh nella prima settimana di marzo.

India del Sud: l'India del Sud ha una miriade di festival e tradizioni, molti dei quali sono unici non solo per la regione, ma per stati specifici. In Kerala, l'annuale festival di Onam segna la mietitura e viene celebrato con rituali, musica, spettacoli folkloristici e gare di barche. Sebbene Onam sia tradizionalmente un festival indù, anche i membri della grande comunità cristiana del Kerala si uniscono alla fanfara. Anche in Kerala, Thrissur Pooram si svolge nel tempio di Vadakkunnathan e presenta grandi processioni con elefanti fortemente ornati. Nel vicino stato del Tamil Nadu, Pongal è celebrato all'inizio di gennaio e onora il dio del sole, Surya. Le tradizioni includono la creazione di decorazioni per pavimenti con polveri colorate, lo scambio di doni e la decorazione di mucche e l'alimentazione di un piatto di riso e latte (chiamato anche pongal).

Cibo in India

Spezie indiane; Marco Verch via Flickr

India del Nord: l' India ha tutti i tipi di cucina regionale, anche se il cibo dell'India del Nord (pensa al curry pesante e al pane naan) di solito ottiene una rappresentazione molto più al di fuori del subcontinente rispetto ai piatti del Sud dell'India. Se ti piace il tuo cibo piccante, carnoso e pesante, adorerai l'India del Nord. Qui troverai curry spessi fatti con sughi cremosi, spiedini di tandoori speziati e tutti i tipi di snack da strada, da samosa ripieni di verdure fritte, a chole kulcha (ceci conditi con una spessa e soffice piadina) cibo indiano del nord viene spesso servito con focacce e il riso in questa parte del paese è solitamente della delicata varietà basmati. Il nord dell'India è anche un ottimo posto per fare il pieno di cibo indo-cinese, insieme a prelibatezze tibetane come momo (gnocchi al vapore).

India del Sud: l'India del Sud è meglio conosciuta per i suoi cibi per la colazione, tra cui il masala dosas (lenticchie salate e crepes di riso ripiene di patate) e l'idlis (torte di riso al vapore solitamente servite con chutney e uno stufato di lenticchie acquoso noto come sambar). Entrambi questi articoli sono facilmente disponibili a buffet della colazione e ristoranti dell'India del sud in tutto il paese. Tuttavia, l'India del Sud offre molto di più, con un sacco di varianti intraregionali per l'avvio. Il cibo qui è più frequentemente cotto con olio di cocco (mentre l'olio di senape o il vecchio olio vegetale antico regnano sovrani nel nord), e le varietà di riso più spesse e chunkier sono più comuni. Altri oggetti che vale la pena provare includono l'idiyappam (spaghetti di riso spesso serviti con latte di cocco dolce) e il medu vada (snack fritti salati a forma di ciambella fatti con la pastella di lenticchie). L'India del Sud è anche una regione di bevitori di caffè, e lo stile del caffè dell'India meridionale è preparato con un sacco di latte e zucchero.

Vedi tutti gli hotel in India

Ti piacerà anche: