Come muoversi nelle Cinque Terre

La Scogliera Hotel / Oyster

L'intera area che costituisce le Cinque Terre (e la sua splendida costa del Mar Ligure) è un parco nazionale protetto e un sito patrimonio mondiale dell'UNESCO. I cinque villaggi ospitano migliaia di gradini in pietra e sono più verticali che orizzontali, quindi viaggiare all'interno e tra i villaggi color caramello è al contempo pittoresco e leggermente impegnativo, soprattutto se si tiene conto del fatto che quasi tutto il traffico veicolare è limitato. Ma non preoccuparti, la nostra guida ti aiuterà a girare le Cinque Terre come un professionista.

In macchina

Per essere chiari: non portare un'auto alle Cinque Terre. Sì, lo si può fare - infatti, l'abbiamo fatto durante un viaggio di recensione in hotel nel 2018 - ma è costoso, oneroso e sicuramente non favorevole ai lunghi soggiorni nella regione. Se viaggi in giro per l'Italia con un'auto privata e passi un giorno o due alle Cinque Terre, va bene. Tutti gli altri dovrebbero dimenticarlo. Il traffico automobilistico è ampiamente limitato in tutti e cinque i villaggi. Si può vedere l'auto occasionale in periferia (da nessuna parte vicino alla costa) ma è probabilmente guidata da un residente con un permesso. Per chi ha auto, Riomaggiore dispone di un garage a pagamento (costoso parcheggio orario, ed è limitato) di fronte all'ingresso principale del paese. Manarola ha un piccolo parcheggio a pagamento vicino all'ingresso, ma è a circa cinque minuti a piedi dall'inizio del paese e a ben 15 minuti dal mare. Suggerimento: se c'è un posto sulla strada di fronte al parcheggio, puoi parcheggiare lì per tutto il tempo che desideri (anche durante la notte) gratuitamente.

Con il treno

Cinque Terre / Fredrik Rubensson, Flickr

Il treno fu un'aggiunta che cambiò la vita ai paesani delle Cinque Terre quando Riomaggiore ottenne il suo primo treno nel 1874. Prima che i binari fossero costruiti, gli abitanti del villaggio dovevano camminare (alcuni dei loro antichi sentieri sono ancora usati per le escursioni di oggi) o prendere un barca per visitare i vicini e vendere beni. Oggi il treno è ancora il modo più veloce ed efficiente per raggiungere i cinque villaggi di Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso al Mare - ma trasporta principalmente turisti. La pista abbraccia la costa e attraversa diversi tunnel di montagna. Il viaggio da Riomaggiore a Monterosso al Mare dura circa 10 minuti, fermandosi per un minuto in ogni villaggio in mezzo. Mentre la maggior parte delle stazioni ferroviarie si trova nel cuore dei villaggi, dovrai salire centinaia di gradini o prendere una navetta per Corniglia dalla sua fermata del treno. (Corniglia è il villaggio più alto).

Se prevedi di utilizzare i treni frequentemente in un giorno, acquista una carta Cinque Terre illimitata (16 euro al momento della pubblicazione). È un affare incredibile, poiché paga anche per l'uso del bagno in ogni stazione, Wi-Fi e accesso ai sentieri - ognuno dei quali comporta un costo separato se non si ha la Carta delle Cinque Terre.

A piedi

Sentiero escursionistico al Bed and Breakfast Il Vigneto / Oyster

Molti visitatori vengono alle Cinque Terre solo per un'escursione. Il modo migliore per vivere le Cinque Terre è a piedi . Gli escursionisti possono trascorrere ore semplicemente girovagando - e su - gli antichi villaggi. Quelli con più tempo (almeno una mattina intera) possono accedere ad alcune delle 75 miglia di sentieri che attraversano la regione e collegano anche tutti e cinque i villaggi. Nota che non potrai fare nessuna delle escursioni con i bagagli. Il sentiero più famoso è il sentiero costiero del Sentiero Azzurro, che collega tutti e cinque i villaggi (le sezioni dei sentieri possono aprirsi e chiudersi a causa della manutenzione e del tempo - guardare i segnali) e offre panorami mozzafiato sul mare, i villaggi e le montagne . Se non ti fermi a mangiare, fai centinaia di foto o hai un bicchiere di vino (un'impresa quasi impossibile) il percorso dura circa sei ore.

Con il traghetto

Il molo dei traghetti / Gord Wester, Flickr

Il servizio di traghetti è abbastanza popolare, soprattutto in alta stagione, per i turisti che vogliono vedere i villaggi dall'acqua ma non vogliono prenotare un giro in barca . Le viste dal mare sono mozzafiato e offrono un angolo completamente diverso per ammirare i villaggi e la costa. Le barche passano tra Portovenere (merita una visita se volete avventurarvi fuori dai cinque villaggi principali) a Monterosso e fermatevi in ​​ogni villaggio tranne Corniglia. I biglietti giornalieri illimitati costano circa 33 euro. Il servizio di solito inizia intorno ad aprile e dura fino alla fine di ottobre, ma le condizioni meteorologiche e del mare possono interrompere o sospendere il servizio in qualsiasi momento.

In bici

Come già detto, le Cinque Terre sono costituite prevalentemente da villaggi verticali troppo ripidi per il biker più coraggioso. Tuttavia, ci sono alcuni sentieri all'interno del Parco Nazionale delle Cinque Terre adatto per le biciclette. (Dovrai portartela da casa.) Oppure, il percorso tra le vicine città lugurine di Levanto e Framura è popolare tra i ciclisti più esperti.

Ti piacerà anche:

Hai già messo Mi piace? A noi piace piacere!