5 cose che devi sapere sul viaggio in Turchia adesso

Moschea Blu di Istanbul

Dopo il colpo di stato fallito della scorsa settimana, la Turchia è stata in uno stato di agitazione - e ieri, il presidente Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato uno stato di emergenza di tre mesi mentre cerca di trovare i responsabili del tentativo. Mentre gran parte dello scontro tra governo e dissidenti avveniva ad Ankara, Istanbul era anche un luogo di rivolta.

La città più popolosa della Turchia, Istanbul è una delle destinazioni più visitate al mondo. Così ora, dopo il colpo di stato - e l'attentato suicida all'aeroporto di Istanbul nel mese di giugno - i viaggiatori con piani per visitare il centro culturale del paese si stanno chiedendo se dovrebbero cancellare i loro viaggi. Così abbiamo parlato con vari esperti - da un ex agente della CIA a un ufficiale del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti - per ottenere lo scoop su ciò che è necessario sapere sul viaggio in Turchia in questo momento.

1. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha emesso un avviso di viaggio.

Dopo il colpo di stato, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha emesso un avviso di viaggio (un passo avanti rispetto a un avviso di viaggio) che consigliava a tutti i cittadini statunitensi di evitare i viaggi nel sud-est della Turchia. (Istanbul, tuttavia, si trova nella regione nord-occidentale del paese.) Come spiega Kevin Brosnahan, portavoce dell'Ufficio per gli affari consolari del Dipartimento di Stato, "Il Dipartimento emette un avviso di viaggio per avvertire i cittadini statunitensi in un paese in merito a una minaccia a breve termine che, in generale, può includere elementi come potenziali disordini civili durante le elezioni o un deterioramento della situazione della sicurezza.Se si ritiene che questa minaccia sia cronica, emettiamo un avviso di viaggio. " Pertanto, un Funzionario del Dipartimento di Stato chiarisce che il Dipartimento di Stato americano "suggerisce ai cittadini statunitensi di riconsiderare i viaggi in Turchia in questo momento".

Riferendosi al bombardamento aeroportuale e al tentativo di colpo di stato, l'ex agente della CIA e fondatore di Spy Escape & Evasion Jason Hanson dice: "Entrambe sono cose di cui preoccuparsi, quindi non prenderei nulla di leggero". Ma quando gli viene chiesto se consiglierà ai viaggiatori di cancellare i piani per visitare la Turchia, afferma: "Non lo farei, consiglierei loro di essere intelligenti, ma questo è stato un tentativo debole e fallito".

2. L'aeroporto è operativo e sono ripresi i voli diretti tra Stati Uniti e Turchia.

Credito fotografico: Aero Icarus

Poco dopo il colpo di stato fallito, il principale aeroporto di Istanbul era di nuovo attivo e funzionante, ma per tre giorni, i funzionari statunitensi hanno vietato tutti i voli tra Stati Uniti e Turchia. Il 18 luglio, il divieto è stato revocato e le principali compagnie aeree, come la Turkish Air, stanno attualmente operando voli tra i due paesi. Questo, sottolinea Hanson, è un buon segno che il paese si sta stabilizzando. "Anche se le compagnie aeree vogliono fare soldi, non saranno abbastanza stupide da mettere le persone in pericolo", dice. "Inoltre, sono aerei molto costosi."

3. Molte linee di crociera, tuttavia, sono state dirottate per evitare i porti in Turchia. Una nave da crociera può effettivamente essere uno dei posti più sicuri in cui stare durante i disordini politici.

Credito fotografico: Roderick Eime

Poco dopo l'attentato all'aeroporto, diverse linee di crociera hanno cambiato i loro itinerari per evitare fermate precedentemente programmate a Istanbul. Norwegian, Regent e Oceania sono probabilmente andati più lontano, lasciando cadere tutte le chiamate programmate in Turchia fino al 2017. Alcune linee, tuttavia, hanno ancora intenzione di visitare altre aree della Turchia, come Kusadasi e Cesme . "La priorità numero uno delle linee di crociera è la sicurezza e il benessere dei propri ospiti, quindi decisioni di questo tipo non vengono prese alla leggera", spiega Carolyn Spencer Brown, redattore capo di CruiseCritic.com . È possibile trovare un elenco aggiornato di linea di crociera rinegoziazione qui .

Brown sottolinea anche il fatto che le navi da crociera sono generalmente luoghi sicuri (o più sicuri) durante un periodo di disordini politici. "Le navi da crociera sono uniche nel senso che hanno la capacità di cambiare rotta e rotta molto velocemente, a differenza dei resort sulla terraferma", dice. "In caso di disordini, le linee di crociera possono regolare la rotta immediatamente, modificare gli itinerari per evitare i porti in cui stanno monitorando attivamente e sostituirli con altri porti di scalo vicini, senza la necessità di annullare intere rotte". Ad esempio, Celebrity opererà fuori dal Pireo, in Grecia, il porto di Atene , invece di Istanbul per le prossime rotte del Mediterraneo orientale.

4. La maggior parte degli hotel di Istanbul opera normalmente.

Shangri-La Bosphorus, Istanbul

Come sottolinea un funzionario del Dipartimento di Stato, "la maggior parte degli hotel che si rivolgono ai turisti internazionali hanno linee guida per la sicurezza degli ospiti", così mentre operano come al solito, seguono una serie di regole per garantire che tutti gli ospiti siano al sicuro. Alcuni, come Shangri-La Bosphorus , stanno rinunciando alla solita politica di cancellazione di 24 ore per coloro che si sentono a disagio nel viaggiare per il paese in questo momento. Allo stesso modo, Carrie Bloom, Vice Presidente di Global Communications presso Starwood Hotels & Resorts, afferma che tutte le proprietà Starwood in Turchia stanno rinunciando alle penali per gli arrivi fino ad oggi, e che "tutti gli hotel Starwood di Istanbul e Ankara rimangono bloccati" per per garantire la sicurezza degli ospiti.

Hanson consiglia, "Andare oltreoceano è l'unico posto dove si vogliono guadagnare soldi per un hotel di qualità".

5. Come per qualsiasi altro paese, è importante rimanere vigili quando si viaggia in Turchia e prepararsi di conseguenza prima della partenza.

Mentre Hanson dice che non cancellerebbe i prossimi piani per la Turchia, fa in modo di far notare che, "Prima ancora di lasciare gli Stati Uniti, scrivevo tutte le ambasciate, avrei copie del mio passaporto e in caso di un colpo di stato, mi assicurerei di non seguire la mandria - andrei dall'altra parte, tornerei in albergo e farei tutto il possibile per arrivare all'ambasciata ". E il Dipartimento di Stato americano concorda sul fatto che questo è un piano solido. "Ambasciata e consolati americani in tutto il mondo sono pronti ad aiutare i cittadini statunitensi in difficoltà all'estero", afferma un funzionario del Dipartimento di Stato. "Questi includono emergenze personali, così come disastri naturali ( uragani , terremoti, ecc.) E crisi come quella recentemente sperimentata in Turchia".

Phil Sylvester, esperto di sicurezza di viaggio di WordNomads.com , sottolinea: "C'era una foto pubblicata 24 ore dopo il fallito colpo di stato di una madre che teneva in braccio il figlio e prendeva un" selfie "davanti a un carro armato. non sembra preoccupato per la sua sicurezza, forse è un'indicazione di quanto velocemente le cose si calmeranno. " Continua, "Poi di nuovo, migliaia di militari e personale di polizia, così come giudici e governatori, sono stati detenuti o licenziati nella reazione post-golpe, che potrebbe influenzare la capacità della Turchia di gestire le future sfide alla sicurezza. Ma penso che tutto indichi che è saggio aspettare il più a lungo possibile prima di cancellare, nel caso la situazione migliori - sarebbe triste perdere un grande viaggio perché ti sei comportato in fretta mentre emozioni e paure erano alte ".

Sylvester consiglia inoltre di investire nell'assicurazione del viaggiatore (sebbene solo una politica di "Annulla per qualsiasi motivo" garantisca la possibilità di annullare i dubbi sulla sicurezza a seguito del colpo di stato) e di "assicurarsi di fare i compiti prima di raggiungere la destinazione. fonti di social media, e ottenere la disposizione della terra e anche se un capoluogo di provincia può essere impreciso, ciò non significa che il resto del paese non sia sicuro ".

Link correlati:

Non dimenticare di assegnarci un Mi Piace su Facebook! A noi piace piacere!