9 motivi per cui i college americani sono luoghi ideali per i turisti

I college e le università possono essere trovati in tutto il mondo, in entrambe le grandi città e in piccole località che a malapena costituiscono un punto sulla mappa. Alcune persone andavano a scuola in città come New York o Chicago - luoghi che hanno università e università meravigliose in mezzo allo sprawl urbano, ma non possono essere categorizzate come "città universitarie". Altri si sono trovati in quelle città universitarie, definite genericamente come città in cui la popolazione universitaria o universitaria domina l'area; dove la vita del campus alimenta il polso della destinazione con tutto, dalle classi e spettacoli, ai musei, agli eventi sportivi e altro ancora. E abbiamo scoperto che, sia che tu abbia frequentato un college del genere o meno, puoi trovare molto da amare come turista in queste città universitarie. Abbiamo trascorso un po 'di tempo negli stack e abbiamo fatto le nostre ricerche; qui ci sono nove motivi per cui le città universitarie americane sono ideali per le vacanze.

1. Ci sono grandi spettacoli e concerti tutto l'anno.

Certo, nei campus universitari puoi trovare spesso studenti che suonano i loro strumenti praticamente ovunque, ovunque - che si esibiscano con la banda musicale prima di una partita di calcio o che si rilassino sul prato tra una lezione e l'altra. Ma i college e le università hanno le connessioni (e i fondi) per portare anche musicisti famosi. E il vantaggio per i visitatori è che molti di questi spettacoli e concerti sono aperti al pubblico.

Nel 2015, la Brown University di Providence è stata in grado di bloccare Modest Mouse, Waka Flocka Flame e Pusha T come interpreti per il suo weekend di primavera. Quest'anno il Dartmouth College di Hannover ha prenotato il Barbary Coast Ensemble e l'Università della Virginia ospita regolarmente l'acclamata Charlottesville Symphony.

Hanover Hotel Pick:

2. Sono facili da navigare.

La maggior parte delle città universitarie fornisce il trasporto per gli studenti, e i sistemi sono quasi sempre aperti anche ai non studenti. Anche se il trasporto universitario fa in gran parte delle fermate intorno al campus (dove, per essere onesti, si trovano anche molte attrazioni per i turisti), le città universitarie sono spesso estremamente percorribili e / o forniscono anche sistemi di trasporto pubblico più ampi. Una di queste città universitarie, che controlla entrambe le scatole, è Boulder . Questa pittoresca città del Colorado, a circa 30 minuti da Denver , è un posto facile da raggiungere a piedi e in bicicletta; oppure i visitatori possono scegliere di prendere gli autobus per la città.

Boulder Hotel Pick:

3. Ci sono tonnellate di eventi sportivi.

Così tante città universitarie vivono e respirano sport , e anche se i biglietti per alcuni giochi collegiali sono molto ricercati - sono spesso un po 'più facili da intrappolare e meno costosi di quelli che compreresti per guardare un team di professionisti . Inoltre, alcune città universitarie ospitano più squadre di alto livello; i principali tra loro sono Chapel Hill (UNC), Charlottesville (UVA) e New Haven (Yale).

Molti sostengono, tuttavia, che i residenti di Ann Arbor (e i suoi studenti all'Università del Michigan) sono i tifosi di calcio più duri al mondo; ogni stagione, oltre 100.000 fan entrano nello stadio di Wolverines, che è il secondo più grande al mondo.

Scelta di un hotel a New Haven:

4. Sono belli e ben mantenuti.

Le città che circondano college e università beneficiano delle dotazioni che le istituzioni ricevono per mantenere il campus. Così studenti, gente del posto e visitatori possono godere di giardini e parchi attraenti. Alcune città universitarie famose per la loro bellezza - con prati verdi, strade di ciottoli e edifici sapientemente mantenuti - includono Williamsburg , Annapolis e Burlington .

Scelta Hotel Williamsburg:

5. Rappresentano un diverso demografico.

Le piccole università sono in genere meno diversificate rispetto a college e università più grandi e sono state sollevate preoccupazioni di recente che i college e le università di tutti gli Stati non abbiano adottato la diversità nel modo migliore , né nella misura più completa. Detto questo, le città universitarie attirano studenti e visitatori da tutti i ceti sociali e alcune università della "città universitaria" - come l'Università della California - Berkeley , la Cornell University di Ithaca e la Providence's Brown University - sono state classificate come alcune dei campus più diversi del paese .

Hotel a Providence:

6. Hanno una vivace vita notturna.

Certo, il college riguarda gli accademici - ma, per molti, riguarda anche la libertà di non avere genitori, il che significa una festa senza interruzioni. Alcuni luoghi di istruzione superiore hanno scene sociali in gran parte avvolte nella vita greca, ma numerose città universitarie sono famose per la vita notturna a cui studenti, locali e visitatori possono partecipare. Mentre le scuole statali sono generalmente conosciute come i luoghi più bizzarri, i turisti potrebbero preferire le scene di vita notturna più low-key che vengono con le città universitarie come Asheville della Carolina del Nord, che - con 19 brewpub e microbirrifici - è una delle poche città negli Stati Uniti con oltre 10 birrifici, ma meno di 100.000 abitanti; Anche Portland fa. Il centro di Atene vanta anche una divertente fila di bar, dove la gente del posto e gli studenti dell'Università della Georgia si divertono a vivere musica, e Burlington's Church Street accoglie anche studenti e visitatori con band e birre locali.

Asheville Hotel Pick:

7. Ci sono negozi e ristoranti economici, e molte attività gratuite.

Con una vivace vita notturna spesso vengono anche grandi negozi e ristoranti. Mentre alcune città universitarie possono essere costose - in particolare per coloro che cercano di stabilirsi e acquistare case nella zona - hanno tutte una vasta gamma di negozi e ristoranti adatti ai budget (AKA student-friendly). Ad esempio, la popolare pizza Mellow Mushroom ha avuto il suo inizio in Georgia, e ora ha avamposti che fungono da infissi nei campus universitari come UGA e UVA. Burlington's Church Street non ha solo bar fantastici, ma è anche il luogo in cui i visitatori possono trovare boutique vintage e negozi di spedizione economici. E quasi ogni campus della città universitaria offre a residenti e visitatori l'ingresso gratuito a vari eventi, dalle rappresentazioni di danza alle conferenze ai concerti.

Scelta Hotel Atene:

8. Hanno un'atmosfera amichevole e basata sulla comunità.

Ha senso, giusto? Dopotutto, gli studi dimostrano che le persone istruite sono più felici e più sane . E le persone felici e sane sono più carine. Quindi le città universitarie - dove c'è un'alta concentrazione di persone altamente istruite - offrono generalmente un ambiente più accogliente rispetto alle destinazioni di viaggio popolari, come New York City e Parigi (che condividono la reputazione di gente poco amichevole). Inoltre, nelle città universitarie, così tanti residenti e abitanti del posto sono coinvolti nella vita dell'università - come dipendenti, ex-alunni e volontari - che il senso di comunità è forte. Nella lista 2015 di Conde Nast Traveler delle "Città amichevoli e non amichevoli negli Stati Uniti", due città universitarie - Burlington e Asheville - sono state tra le prime 10 città più amichevoli.

Scelta del Burlington Hotel:

9. Hanno musei eccellenti.

Lo abbiamo salvato per ultimo, perché è vero praticamente in ogni città universitaria negli Stati Uniti. Le università e le università - a prescindere dallo studio di messa a fuoco per cui sono più conosciute - hanno alcuni musei d'arte piuttosto spettacolari, che possono persino competere con il mondo - musei rinomati e orientati al turismo in tutto il mondo. Prendiamo ad esempio il fatto che la Rhode Island School of Design di Providence ha poco più di 2000 studenti universitari - eppure ospita il ventesimo più grande museo d'arte dell'intero paese. O il museo del cappuccio del Dartmouth College, ora ospitato in un premiato edificio postmoderno, è stato aggiunto alla sua collezione dal 1772. Per chi è interessato all'arte dei nativi americani, il Fralin Museum della University of Virginia è un'ottima scelta e l'Mead Art di Amherst College Il museo vanta una serie di pezzi - quasi 20.000 - che spaziano dalle sculture antiche a notevoli dipinti americani.

Hotel a Providence:

Link correlati:

Non perderti i nostri segreti di viaggio. Metti Mi Piace su Facebook!